Scala ad Caelum
Scala ad Caelum logo.png
Origine Kingdom Hearts III
Sovrano Maestro Odin (ex)
Abitanti Umani
Regno Luce[1]
Introdotto in Kingdom Hearts III
Appare Kingdom Hearts Dark Road

Kingdom Hearts III

Quote rosso1.png Un tempo la sede del potere di tutti i Signori del Keyblade... È il fulcro da cui scaturiscono tutti i mondi. Qui io e gli altri me stesso possiamo essere una cosa sola. Uniti... a Scala ad Caelum. Quote rosso2.png

~ Maestro Xehanort

Scala ad Caelum è un mondo che durante l'Era Antica era conosciuto come Auropoli. Dopo la Guerra dei Keyblade, i Signori del Keyblade sopravvissuti si stabilirono qui costruendo dalle rovine del vecchio mondo.[1]

Ambientazione[modifica | modifica sorgente]

Questo mondo ha l'aspetto di un enorme oceano, sopra cui "galleggiano" centinaia di isolette raggruppate e prive di fondamenta sul fondale. Ogni isola è collinare, ricoperta da vari generi di edifici in oro e pietra bianchi divisi in quartieri, con tanto di giardini, zone di mercato, mulini a vento, fontane, un sistema fognario e uno di illuminazione. Ci sono anche dei tracciati magici che collegano i vari punti dei quartieri, attivabili da apposite sfere.

In cima alla collina di ogni isola, si eregge un edificio simile a un maniero, e ogni maniero è collegato a quelli delle isole vicine tramite funivie. Sono presenti moli per barche ai limitari delle città. In uno dei tanti manieri era custodito l'antichissimo Occhio che Scruta.

Le rovine di Auropoli che stanno sott'acqua.

Sott'acqua stanno delle isole speculari a quelle sovrastanti, che partono dal pelo del mare e continuano in profondità, insieme alle rovine di Auropoli, anch'esse a testa in giù, mentre sembra assente un fondale.

Nella manifestazione di Scala ad Caelum nata dal cuore di Xehanort, l'unica differenza è la totale assenza di gente, ma venne continuamente distorta e ricombinata da lui durante il suo scontro con Sora, Paperino e Pippo.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Scala ad Caelum si trova nel Reame della Luce.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Kingdom Hearts Dark Road[modifica | modifica sorgente]

A Scala ad Caelum un giorno gli abitanti trovarono un ragazzo svenuto sulla piazza, il quale dice di chiamarsi Xehanort. Eraqus e Xehanort strinsero subito amicizia, arrivando a considerarsi fratelli, e dopo che Xehanort divenne signore del Keyblade, questo divenne studente del Maestro Odin, come Eraqus e i suoi amici, ed i due passarono le giornate a giocare a scacchi fra una lezione e l'altra.

Un giorno, prima di andare in classe, Eraqus e Xehanort iniziarono a parlare di come fossero gli altri mondi, sostenendo che Xehanort venisse da uno di questi dal momento che le altre isole fossero abbandonate. Xehanort rispose di essere caduto dal cielo, e che avrebbe dovuto avere una mente più aperta, e che forse, solo allora potrebbe sconfiggerlo a scacchi, poi andarono in classe.
I due si accorsero di essere gli ultimi, con l'eccezione del loro compagno Baldr, assente da un po', ma neppure il Maestro era arrivato. Una volta entrato in classe, questo rivelò di non averli convocati per la solita lezione, e spiegò loro che i sette studenti della classe superiore sono scomparsi durante il loro allenamento per l'esame per il simbolo della maestria, spiegando brevemente che in seguito all'antica guerra dei Keyblade i mondi si sono divisi e che ora questi sono all'oscuro dell'esistenza degli altri e che tale ordine dev'essere mantenuto, ma i signori del Keyblade prossimi all'esame hanno il permesso di visitarli per allargare i propri orizzonti e che nonostante sia proibito rivelare come raggiungerli agli studenti della classe inferiore, Odin decise di rivelarglielo a causa della scomparsa della classe superiore, in modo che essi potessero ritrovare gli studenti spariti, mentre Baldr ricevette un'altra missione, dato che sua sorella maggiore è una degli studenti scomparsi ed Odin non voleva farlo preoccupare.
Usciti dal palazzo, il gruppo si preparò a dividersi in due gruppi da tre, come da ordine del Maestro, e chiedono consiglio a Xehanort in quanto unico ad essere stato su un altro mondo oltre a Scala ad Caelum. Lui ricorda loro che dopo la guerra i mondi sono stati ingoiati dall'oscurità e che pian piano sono stati ripristinati e che la connessione tra loro è instabile, anche se in momenti differenti e ciascuno è come se fosse rimasto arretrato in epoche differenti. Mentre alcuni erano già stati ripristinati da tempo ed erano avanzati, altri si sono ripristinati di recente e non si sono sviluppati affatto, ed è come se ciascun mondo avesse un punto di partenza differente. Un po come le persone secondo Eraqus, alcuni sono neonati che gattonano, altri bambini che hanno appena imparato a camminare e altri adulti che possono anche correre. A quel punto si raccomandano di mantenere l'ordine dei mondi, ma ricordando che i mondi appena nati non hanno regole o un loro ordine e che quindi possono essere influenzati. Il gruppo sospetta che l'instabilità sia il motivo della scomparsa dei sette, e non potendo sapere quale mondo fosse stato ripristinato di recente e chi da tempo senza andarci prima, decidono di andarci indossano la loro armatura per proteggersi dall'oscurità dello spazio e il Keyblade come veicoli.

Dopo aver sconfitto vari altri Heartless, i due gruppi fecero ritorno a Scala ad Caelum, dove si rincontrarono. Questi raccontarono di aver incontrato degli Heartless e anche forti, e rivelarono i loro dubbi sul fatto che da soli gli studenti della classe superiore avrebbero potuto farcela. Xehanort ed Eraqus decidono inoltre di non dire nulla al Maestro, ma di continuare la ricerca per trovare prove concrete, dicendo loro di scappare via senza guardarsi indietro caso le cose dovessero farsi difficili. Poi dopo che Xehanort ed Eraqus si cambiarono il terzo compagno, i due gruppi partirono nuovamente.

Xehanort guarda il Keyblade che in futuro erediterà.

Tempo dopo Xehanort ed Eraqus fecero una partita a scacchi dove si misero a parlare della Guerra dei Keyblade, dei "Maestri Perduti" e di come essi fecero scoppiare la guerra, oppure di come la guerra scoppiò per loro. Mentre Xehanort osservava l'Occhio che Scruta appeso al muro, disse che, come nella loro partita, nonostante tutto l'Oscurità prevalerà e la Luce si estinguerà, come la pagina perduta del Libro delle Profezie aveva predetto secoli/millenni prima. Ma Eraqus, nonostante il suo svantaggio, rispose che il futuro forse verrà cambiato e che la Luce potrebbe sorprenderlo.
Alla fine, Xehanort dichiarò che oramai la vittoria era sua poiché l'ultima pedina era circondata. Eraqus, piuttosto che accettare la sconfitta, spostò il suo re sul suo lato del tabellone e chiamò sulla scacchiera sette pedine di luce del passato, affermando che la partita non era ancora finita. Eraqus ribaltò la situazione uscendone vittorioso, e Xehanort accettò la sconfitta, dicendo che quando il mondo avrà bisogno di un difensore sceglieranno di sicuro Eraqus, ma lui sarà sempre suo amico e sarà sempre al suo fianco per aiutarlo. Eraqus poi mostra all'amico un nuovo gioco, prendendo sette pedine nere e posandone una sola bianca dal suo lato.[3]

Quattro anni più tardi, Xehanort visitò il cimitero di Scala ad Caelum per portare dei fiori a quattro lapidi prima di andarsene. Eraqus lo raggiunse, chiedendogli se se ne sarebbe andato e cercando di farlo rimanere, dicendogli che quello che era successo non era colpa sua, ma il giovane afferma di voler esplorare nuovi mondi prima dell'esame, nonostante ne avesse già esplorati in passato. A quel punto Eraqus gli raccomandò di tornare ricordando il loro punteggio a scacchi, ma Xehanort lo corregge e i due si salutano.

Kingdom Hearts III[modifica | modifica sorgente]

Parecchi decenni dopo, dopo che il Maestro Xehanort forgiò il χ-Blade al Cimitero dei Keyblade ed evocò il vero Kingdom Hearts, Riku e il Re dicono agli altri Guardiani della Luce che siccome Xehanort esiste al di fuori del tempo e dello spazio, egli potrà essere sfruttato come un portale per intrappolarlo. Così Sora, assieme a Paperino e Pippo, usò il Keyblade per aprire il portale nel suo cuore e spedirci dentro tutti e quattro. Vennero quindi trasportati ad una manifestazione di Scala ad Caelum creata dai ricordi del maestro, sebbene decisero di affrontare il nemico dopo aver sventato la minaccia di alcuni portali comparsi nei mondi.

Nel mentre, un Sora proveniente dal futuro, entra per primo nel portale di Xehanort, approfittandone dell'assenza del suo alter'ego per trovare i frammenti del cuore di Kairi e salvarla, riuscendo a trovarne uno tenuto da uno Shadow, uno nelle fognature, uno nella fontane, uno in un monumento che raccontava la fondazione del mondo e uno posseduto da Darkside redivivo.
Nonostante il recupero di cinque frammenti, Sora capì che non erano tutti ed il Maestro Xehanort gli compare rivelandogli che di fatto ne mancavano altri due, capendo anche che quel Sora provenisse dal futuro e che sarebbe sparito per l'abuso fatto del Potere del Risveglio, chiede se fosse pronto per il sacrificio finale.
Sora, Paperino e Pippo intanto tornano a Scala ad Caelum ed entrarono nella città deserta e videro con sgomento molti Maestri Xehanort in ogni angolo, che cambiarono aspetto e formarono un cerchio, così il trio, ignari che si trattava di dodici repliche contenenti i frammenti di cuore che Xehanort aveva diviso nella Vera Organizzazione XIII (in quel momento il Sora del futuro fa ritorno all'interno del cuore del Sora del presente), le affrontarono e le sconfissero, seppur con molta difficoltà. Poi apparve il vero Maestro Xehanort e rivelò che Scala ad Caelum è un mondo antichissimo dove tutti i Signori dei Keyblade si riunivano (sia di altri mondi e del mondo stesso), e poi annunciò che lui e le sue incarnazioni in questo mondo saranno un'unica cosa, e quindi Xehanort assorbì tutte le sue incarnazioni per creare un'inquietante corazza attorno al proprio corpo e durante la battaglia contro il trio, riescì a manipolare addirittura lo spazio dando inizio a una battaglia feroce che manda in rovina il mondo illusorio. 

Tuttavia Sora e il suo gruppo, dopo averlo affrontato in terra, sott'acqua e in volo riuscirono a batterlo e a distruggergli l'armatura, e lui si teletrasportò sul tetto del castello del mondo, ed il trio inseguì Xehanort raggiungendo la cima, mentre le repliche si separarono da lui e uscirono dal mondo per attaccare i Guardiani al Cimitero dei Keyblade. Il cuore del Sora futuro lasciò a sua volta Scala ad Caelum, percorrendo la connessione con il cuore di Riku, in quel momento al Cimitero.  

Xehanort constatò che contenerlo era impossibile, evocò il χ-blade e aprì Kingdom Hearts, ma Sora e il gruppo affrontano un'altra volta Xehanort dove insieme vinsero, nonostante Sora avesse rischiato di morire senza l'intervento dei suoi amici. Sora esortò Xehanort ad ammettere la sconfitta, ma il Maestro Xehanort affermò che era troppo tardi e che Kingdom Hearts, ora aperto, era pronto a scatenarare una "epurazione" per cancellare tutti i mondi e far tornare l'Universo allo stato originario, per farlo ricominciare da capo in luminoso e perfetto equilibro. Xehanort credeva che ciò fosse necessario in quanto il cuore della gente è stato consumato completamente dal male, permettendo all'Oscurità di macchiare il mondo, ridotto ad un "terribile fallimento", bisognoso di un nuovo inizio e di un capo come lui a guidarlo. Sora lo rimproverò, sostenendo che un vero leader sa che il destino non può essere controllato, alché Xehanort sorride e gli disse che gli ricordava un vecchio amico. Poi arrivano gli altri Guardiani della Luce che hanno seguito i loro cuori per trovare Sora. 

Terra si avvicinò poi al Maestro Xehanort, dicendogli una frase che il vecchio riconobbe molto bene e con stupore di tutti, dal ragazzo uscì il cuore di Eraqus, il quale si manifestò davanti al suo amico d'infanzia il quale gli chiese il χ-Blade, ma Xehanort disse che ormai era troppo tardi, Eraqus a quel punto disse che forse lo era per loro, ma non per la nuova generazione, guardando gli altri signori del Keyblade, riuscendo a convincere l'amico dandogli lo "scacco matto". Il Maestro Xehanort accettò la sconfitta e quindi cedette il χ-Blade al vincitore della Guerra, Sora, mentre Terra, Ventus ed Aqua corsero ad abbracciare lo spirito del loro deceduto maestro, il quale si scusa con tutti i suoi apprendisti. Xehanort invece, ormai troppo vecchio e stanco, iniziò a morire di buon grado, ed il suo spirito si appoggiò ad Eraqus, pronto per andare nell'altro mondo e salutando tutti con un sorriso e assumendo entrambi le sembianze che avevano quando erano dei giovani apprendisti. Terminato finalmente il conflitto, Sora chiuse con l'aiuto degli altri Kingdom Hearts fermando l'epurazione e tornarono tutti al Cimitero dei Keyblade.

Dopo aver attraversato i cuori di cinque Guardiani della Luce per far resuscitare Kairi, Sora attraversa il portale dove avevano imprigionato Xehanort, arrivando alla Scala ad Caelum davanti al suo sé passato. Riesce a recuperare un frammento da uno Shadow nella Scalinata dal Cielo, e altri quattro da varie posizioni nel quartiere ventilato, dove affronta un Darkside.

Dopo aver raccolto il quinto frammento, ritorna al punto di partenza, dove il Maestro Xehanort rivela che il cuore di Kairi era diviso in sette frammenti in totale. Prima che Sora possa inseguire i restanti due, tuttavia, arriva il suo sé passato e Sora è costretto a rivivere la battaglia contro le Repliche di Xehanort. Dopo averli sconfitti, Sora segue la connessione tra il suo cuore e quello di Riku per tornare al Cimitero dei Keyblade.

Abitanti[modifica | modifica sorgente]

Residenti temporanei[modifica | modifica sorgente]

Heartless[modifica | modifica sorgente]

Nessuno[modifica | modifica sorgente]

Divorasogni[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Questo è il primo nuovo mondo originale ad essere stato rivelato in Kingdom Hearts III.
  • Questo mondo è stato mostrato per la prima volta nel dicembre 2014 durante il lancio di Kingdom Hearts 2.5 HD ReMIX; i fan inizialmente pensavano che fosse la Terra di Partenza, ma Nomura in un intervista del 2017 ha confermato che quel mondo dove discutono Xehanort ed Eraqus da giovani (nel trailer di KH3) era un mondo totalmente nuovo.
  • Scala ad Caelum nei leak del era noto come Cable Town. Dato che le fonti dei leak si sono rivelate estremamente affidabili, è probabile che il nome sia cambiato negli anni successivi di sviluppo, oppure si trattava solo di un nome placeholder.
  • Scala ad Caelum in latino significa "Scalinata per il Cielo".
  • Nomura, nell'intervista dell'Ultimania disse che per la torre in rovina dell'orologio di Auropoli, poteva scegliere tra una versione normale sul fondo dell'oceano e una appesa a testa in giù, e lui scelse la seconda.[1]
  • In molte zone della città, si possono leggere scritte con un alfabeto sconosciuto. Scritte con lo stesso alfabeto o simile si possono trovare anche in altri mondi, come Crepuscopoli, la Torre Misteriosa (assets inutilizzati) e Shibuya.[4]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 Kingdom Hearts Birth by Sleep, Diario di Xehanort 5 - Maestro Xehanort: "Inoltre, a parte il reame della luce in cui viviamo, [...]" Errore nelle note: Tag <ref> non valido; il nome ":0" è stato definito più volte con contenuti diversi
  2. Kingdom Hearts III - Sora, Paperino e Pippo arrivano alla manifestazione di Scala ad Caelum, dove affrontano Xehanort.
  3. Epilogo I Maestri Perduti
  4. Kingdom Hearts III ReMind, Falsus Rex
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.