Marluxia
Marluxia-Xehanort.png
Marluxia-Xehanort
Nome giapponese マールーシャ Mārūsha
Razza Nessuno dell'Organizzazione XIII
Sesso maschio
Stato Attuale Deceduto
Ruolo Antigonista
Mondo di nascita Il Mondo che non Esiste
Residenze temporanee Il Castello dell'Oblio (CoM)
Affiliazione Organizzazione XIII
Tipo di armi usate Falci
Abilità Controllo sulla natura
Regno Nulla
Qualcuno Lauriam
Colore degli Occhi Blu (ex)

Gialli (come incarnazione di Xehanort)

Colore dei Capelli Rosa
Colore della Pelle Bianca
Apparizioni Kingdom Hearts Unchained X (cameo)

Kingdom Hearts: Chain of Memories
Kingdom Hearts 358/2 Days
Kingdom Hearts II
Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance
Kingdom Hearts III

Introdotto in Kingdom Hearts: Chain of Memories
Voce inglese Keith Ferguson
Voce giapponese Shuichi Ikeda

Quote rosso1.png I vostri cuori sono stati indeboliti da falsi ricordi... ed è per questo che non potete sconfiggermi!!!!! Quote rosso2.png

~ Marluxia

Marluxia, titolo Leggiadro Sicario, era un membro della Vera Organizzazione XIII, ritornato umano e reso di nuovo un Nessuno e un'incarnazione del Maestro Xehanort.[1]

In precedenza era il XI membro dell'Organizzazione XIII e complottò con Larxene per rovesciarla. In entrambe controllava i Mietitori, dominava la Natura e la sua arma era una falce, la Dalia Graziosa.

Era il Nessuno di Lauriam.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Kingdom Hearts Unchained X[modifica | modifica sorgente]

Marluxia non appare fisicamente, ma il suo potere viene evocato dal libro delle profezie per essere usato dai vari Signori del Keyblade.

Kingdom Hearts 358/2 Days[modifica | modifica sorgente]

Sconosciuto

Marluxia venne trovato da Xigbar e Xaldin che stavano cercando nuove reclute per l'Organizzazione. Al suo arrivo, Marluxia non aveva alcuna memoria della sua vita da umano, similmente a come sarebbe stato per Roxas.[2] Qui Xemnas gli diede il suo nome e l'undicesimo posto nell'Organizzazione.

Pur privo di memoria, aveva un grande potere e per questo fu messo a capo del Castello dell'Oblio, luogo dove sperò di riottenere i ricordi perduti. Solo tempo dopo si accorse che quel mondo era in realtà una terra sigillata posta per nascondere "lui", un dormiente eroe del Keyblade,[2] lo stesso che Xemnas stava cercando. Un giorno egli ha accompagnato Roxas, un nuovo membro appena giunto nell'Organizzazione, a svolgere una missione durante la quale gli avrebbe spiegato come funzionano le cose nell'Organizzazione.
Gli spiegò che lo scopo dell'Organizzazione era quello di eliminare gli Heartless di cui ne esistono due tipi (3 se si contano i misti): i Purosangue e gli Emblemi. L'Organizzazione doveva eliminare gli Emblemi tramite il Keyblade poiché i loro cuori andavano ad alimentare Kingdom Hearts, che alla fine avrebbe fatto diventare i membri dell'Organizzazione completi donandogli dei cuori.
Durante quella stessa missione, Marluxia vide Roxas combattere contro degli Heartless e da lì rimase impressionato dal potere del Keyblade, decidendo così di volersene impadronire un giorno.

Per molto tempo Marluxia progettò di rovesciare l'Organizzazione, senza sapere esattamente perché, immaginando che le tracce del cuore che aveva un tempo lo stessero "guidando come una chiave."[2] Per realizzare il suo complotto si alleò con Larxene. Successivamente andò in missione di nuovo con Roxas per raccogliere cuori e affrontano Squarciatore Rapido anche se fuggì una volta sconfitto.

Dopo che Xemnas ordinò ad una divisione dell'Organizzazione di trasferirsi al Castello dell’Oblio, Marluxia capì che avrebbe potuto sfruttare l'arrivo di Sora per trasformarlo in un burattino, e servirsene per la sommossa, dato che il Signore del Keyblade si stava dirigendo lì. Tuttavia, nello stesso arco di tempo Xemnas aveva scoperto l'aria di ribellione al Castello, e ordinò ad Axel, tramite Saïx, di trovare i traditori ed eliminarli per impedire al loro piano di compiersi.[3]

Kingdom Hearts: Chain of Memories[modifica | modifica sorgente]

Marluxia

Marluxia tramite un suo clone, ordina di distruggere il cuore di Sora.

Quando Sora entrò nel Castello dell'Oblio, Marluxia si presentò come il signore del castello, e convinse lui, Paperino, Pippo e il Grillo che avrebbero perso sempre di più i loro ricordi se avessero continuato il cammino attraverso il Castello, ma avrebbero anche ritrovato i ricordi dimenticati a cui tenevano di più. In realtà a metter mano alle loro memorie era Naminè, un Nessuno in grado di manipolare i ricordi altrui, costretta da Marluxia e Larxene ad assoggettare Sora al loro volere, per poi usare il loro burattino per eliminare Xemnas e prendere il controllo dell'Organizzazione. Gradualmente infatti, il Signore del Keyblade e i suoi amici dimenticano il vero scopo del loro viaggio, e Sora, con ricordi falsi in testa, è determinato a trovare Naminé, che crede una vecchia amica.

Per vedere se Axel era veramente dalla loro parte, il Leggiadro Sicario lo manda ad eliminare Vexen nella Crepuscopoli fatta di ricordi, prima che spifferasse a Sora di come era una pedina nel piano di Marluxia. Il numero XI, convinto della fedeltà di Axel, gli affidò la custodia di Naminé, ma per sabotare il loro piano, Axel la fece fuggire via.

Marluxia (Spettro)

Il piano di Marluxia fallì, ed egli, in un ultimo disperato tentativo, ordinò a Naminè di distruggere il cuore di Sora ottenendo come risposta un brusco no da parte di Naminè nonostante la minacciò di morte, venne poi attaccato anche dalla Copia di Riku e alla fine, messo completamente con le spalle contro il muro, in preda al panico tentò di e

Marluxia (Angelo della Morte)

liminare Sora prima con un suo falso, poi usando la forma Spettro e in seguito alla sua sconfitta usando quella dell'Angelo della Morte viene nuovamente sconfitto e ucciso per mano di Sora.

Kingdom Hearts II[modifica | modifica sorgente]

Marluxia non appare fisicamente (fa solo una mini apparizione nel flashback di Roxas), se non per il fatto che vi è il suo portale nella stanza La Prova del Destino. Compare invece la Silhouette Assente di Marluxia nel Castello della Bestia in cui può essere affrontato.

Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance[modifica | modifica sorgente]

Quando tornò completo come umano, Lauriam fu ritrasformato in Nessuno prima di riprendere conoscenza per diventare membro della Vera Organizzazione XIII. Egli era presente al Castello che non Esiste, incappucciato come gli altri membri, quando provarono a rendere Sora il tredicesimo membro, sebbene alla fine esso fu salvato da Riku, Topolino, Lea, Paperino e Pippo, e tutti loro furono costretti a ritirarsi.

Kingdom Hearts III[modifica | modifica sorgente]

A Marluxia fu in seguito impiantato un frammento del cuore del Maestro Xehanort, e ricevette la missione di cercare una delle nuove Principesse del Cuore, caso in cui i Guardiani della Luce non dovessero riuscire a radunare tutti e sette i guardiani, quindi si recò al Regno di Corona, in quel mondo scoprì che una fanciulla di nome Rapunzel era una principessa del cuore, la quale era relegata ad una torre da Madre Gothel. Il Nessuno quindi capì che in quelle condizioni, la ragazza sarebbe stata fuori pericolo, in quanto facile vittima a causa delle sue capacità curative, perciò la sua prigionia avrebbe permesso all'Organizzazione di prenderne possesso semmai dovesse essercene il bisogno.
Poco dopo che Sora, Paperino e Pippo arrivarono al Regno di Corona, Rapunzel scappò dalla torre, assieme al trio e ad un giovane di nome Flynn Rider, sfruttando l'assenza di Madre Gothel, che però tornò alla torre poco dopo scoprendo dell'assenza della ragazza, in quel momento Marluxia apparve davanti alla donna, offrendole aiuto per ritrovare Rapunzel.
Marluxia sfrutta i suoi Nessuno per dividere il trio da Rapunzel e Flynn Rider, per poi apparire davanti a Sora, Paperino e Pippo una volta sconfitti i Nessuno. Il mietitore si accorse presto che Sora e gli altri non avevano ricordi riguardo agli eventi del Castello dell'Oblio e si presenta come Marluxia e con stupore di Sora chiede ad esso un favore, ovvero di tenere al sicuro Rapunzel, spiegandogli che essa è la luce pura del mondo, per poi sparire.
La sera in seguito al festival che ci fu al regno, Rapunzel restituisce il diadema a Flynn, il quale si allontana per risolvere una questione, momento che Gothel e Marluxia sfruttano per legarlo ad una barca per simulare una sua fuga, fatto ciò, Marluxia comparve davanti a Rapunzel dicendole che Flynn era fuggito e non avesse interesse in lei, poi la minaccia evocando un paio di Mietitori facendola fuggire, ma poi permette a Gothel di distruggere i due Nessuno, per poi sparire, simulando che la donna l'avesse salvata e facendo in modo che la ragazza tornasse nella torre con essa. Sora, Paperino e Pippo, vedendola andare via con la donna, provano a raggiungerla, ma vengono fermati da Marluxia, il quale gli intima di non disturbarla dato che ora Rapunzel aveva trovato sua madre e sarebbe tornata alla torre isolata da tutti, a quelle parole Sora rimase turbato nel sapere che la ragazza sarebbe rimasta in una sorta di prigione, a quel punto Marluxia spiega al trio che i capelli di Rapunzel hanno incredibili poteri curativi che molti vorrebbero avere per sé e che Madre Gothel, volendo nascondere e avere questo potere solo per lei, la tiene nascosta al mondo, fuori da qualsiasi pericolo, in modo che semmai Sora dovesse fallire nel ritrovare tutti i Guardiani della Luce, sarebbero certi di poter usare Rapunzel come luce di rimpiazzo, rivelando loro che essa era una delle nuove Principesse del Cuore, la quale ereditò il potere dalle vecchie dopo che hanno svolto il loro compito due anni fa. Sora capendo le intenzioni dell'Organizzazione, prova a fermare Marluxia, che però lo mette a dormire, per poi andarsene.
La mattina seguente Marluxia prova a fermare Sora, Paperino, Pippo e Flynn Rider evocando lungo il loro cammino decine e decine di Heartless e Nessuno, ma il trio affrontano i numerosi nemici, dando a Flynn l'occasione di raggiungere la torre per salvare Rapunzel, ma viene pugnalato a morte da Gothel, e la ragazza chiede alla donna di salvarlo ed in cambio rimarrà con lei per sempre, ma contro la volontà della fanciulla, il giovane le taglia i capelli, annullando l'incantesimo che Gothel usò su di se da anni, invecchiando fino a diventare polvere, Marluxia dunque usa i suoi poteri per trasformare quello che ne rimaneva di Gothel nella Guardiana Feroce, che si scagliò contro Sora, Paperino e Pippo, in un ultimo disperato tentativo di mantenere Rapunzel al sicuro da tutti, ma alla fine fallisce con la distruzione dell'Heartless.

Tempo dopo al Cimitero dei Keyblade, Marluxia scopre che anche Larxene è diventata membro della nuova Organizzazione XIII, chiedendole anche il perché e la ragazza suggerisce di tradire anche la nuova Organizzazione, ma nel posto vi era anche Demyx il quale dice loro che avevano già fallito quando Xemnas era al comando, e farlo ora sarebbe stato stupido. La sua presenza sorpresa Larxene, e chiese a lui perché non fosse andato in nessun mondo, Demyx dunque spiegò che fu messo "in panchina", dato che Xehanort aveva intenzione di usare una replica come tredicesimo membro, Marluxia dunque rivela a Larxene che Saix ha fatto rientrare Vexen nell'Organizzazione, e che le sue prossime repliche saranno umane sotto ogni punto di vista. Larxene a quel punto capisce che ancora non hanno il tredicesimo membro, nonostante avesse detto a Sora che erano pronti. Xemnas a quel punto si presenta, dicendo loro che così i Guardiani sarebbero stati presi dal panico. Larxene a quel punto chiese perché avessero ripreso Demyx, Xemnas spiegò che i primi 6 membri erano gli apprendisti originari di Ansem il Saggio, mentre Saix ed Axel furono presi perché furono gli apprendisti reclutati dopo e Roxas in quanto capace di usare il Keyblade, in quel momento arrivò anche Luxord, il quale stava origliando, quest'ultimo rivela che il suo compito era trovare una Scatola Nera menzionata da Xigbar. A quel punto Xemnas rivela loro che Demyx, Luxord, Marluxia e Larxene furono scelti in quanto Nessuno di antichi signori del Keyblade.

Marluxia incappucciato, alle porte della Seconda Guerra dei Keyblade.

Il giorno della guerra, Marluxia si presenta al Cimitero dei Keyblade assieme a tutti gli altri membri dell'Organizzazione XIII davanti ai Guardiani della Luce (Sora, Riku, Kairi, Topolino, Lea, Aqua e Ven), e a quel punto il Maestro Xehanort diede inizio alla guerra creando un enorme labirinto di pietra. Marluxia, assieme a Xemnas, Luxord e Larxene, si confronta nel labirinto contro Re Topolino, ma non ci volle molto che Sora arrivò a dargli man forte. All'arrivo del ragazzo, Xemnas si fa da parte creando una barriera di vuoto per intrappolarli nella zona e costringerli ad affrontare Luxord, Marluxia e Larxene, ma i due riescono a cavarsela in lotta e a mettere in difficoltà Luxord, costringendo Xemnas a potenziarlo per poi sparire. Luxord a quel punto usa una carta per intrappolare Re Topolino, e sfida Sora ad un gioco, in cui Luxord e gli altri due membri si nascondono in enormi carte che circondano il terreno, e dove Sora deve trovare Luxord, mentre gli altri due lo attaccano e vengono protetti dalle abilità del giocatore d'azzardo. Alla fine Sora riesce ad avere la meglio, distruggendo Luxord e liberando Re Topolino e i due insieme riescono a distruggere prima Larxene, e poi Marluxia, il quale in punto di morte inizia finalmente a ricordare la sua vita passata e i suoi sentimenti, e Marluxia ringrazia sinceramente Sora per questo, prima di dissolversi del tutto, ricompletandosi come Lauriam.[2][4]

Descrizione nei Diari[modifica | modifica sorgente]

Kingdom Hearts: Chain of Memories[modifica | modifica sorgente]

  • Saga di Sora

Signore del Castello dell'Oblio e membro dell'Organizzazione.
Cerca di assumere il comando sul gruppo, Marluxia face si che Naminé alterasse i ricordi di Sora e poi cercasse di ottenere il potere del Keyblade.

  • Saga di Riku

Undicesimo nella gerarchia dell'Organizzazione.
Marluxia adescò Sora e lo attirò nel Castello dell'Oblio sperando di sfruttarne i poteri per assumere il controllo dell'Organizzazione.
Ordinò a Naminé di alterare di ricordi di Sora, e convinse Vexen a sfidarlo. Tutto sembrava procedere come previsto, finche Axel non liberò Naminé.
Marluxia venne infine eliminato da Sora.

Kingdom Hearts 358/2 Days HD[modifica | modifica sorgente]

Un membro dell'Organizzazione XIII. È uno degli ultimi arrivati, ma, grazie alle sue capacità, è stato nominato signore del Castello dell'Oblio.
Interessato all'Eroe del Keyblade, celava desideri oscuri, ma un misterioso assalitore lo ha eliminato.

Kingdom Hearts II[modifica | modifica sorgente]

Ex numero XI dell'Organizzazione XIII. E' stato eliminato.
Ha tramato una ribellione contro l'Organizzazione e ha tentato di impadronirsi del Keyblade, ma il tradimento di Axel lo ha condotto alla distruzione.

Kingdom Hearts III[modifica | modifica sorgente]

Marluxia-Xehanort
Un membro della vera Organizzazione XIII.
Nonostante in passato sia stato distrutto da Sora, è tornato per vigilare sui nuovi sette cuori: l'Organizzazione potrebbe averne bisogno se i suoi piani non andassero come previsto.

Mondi[modifica | modifica sorgente]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Sconosciuto[modifica | modifica sorgente]

Come gli altri membri indossa un soprabito nero, stivali neri, guanti neri e pantaloni neri. Il volto è coperto dal cappuccio e dalle tenebre rendendo impossibile capire che sia.

Marluxia[modifica | modifica sorgente]

Marluxia come gli altri membri indossa un soprabito nero, guanti neri, stivali neri e pantaloni neri. E' un giovane Nessuno, con i capelli rosa e pettinati con occhi blu. 

Marluxia-Xehanort[modifica | modifica sorgente]

L'aspetto di Marluxia dopo essere stato "Xehanortizzato" è pressoché invariato, eccezion fatta per gli occhi che ora sono di colore giallo.

Marluxia (Spettro)[modifica | modifica sorgente]

In questa forma Marluxia sembrerà quasi inalterato, ma avrà il mantello più lungo e il corpo è collegato ad una struttura bianca simile ad una creatura spettrale dai lineamenti femminili, questa forma possiede grandi spalle appuntite e maniche vuote, il volto è umano con occhi bianchi e linee simili a lacrime ma coperto da un cappuccio bianco con il simbolo dei Nessuno, il mento è in parte coperto da una lunga spina, il torso è più scuro e molto magro e il bacino è appunto e privo di gambe ma possiede dei lembi bianchi in stile Nessuno, ha anche un lungo mantello bianco.

Marluxia (Angelo della Morte)[modifica | modifica sorgente]

Il corpo principale di Marluxia è inalterato eccetto per il fatto che ora è imprigionato da rovi spinati neri e che dietro di lui vi è un secondo corpo simile ad un mietitore femminile bianco con gli occhi coperti da una maschera da teschio color rosso sangue. Ha due paio di ali, due da pipistrello nere e due da angelo bianche entrambe hanno la punta simile al simbolo dei Nessuno, mentre le punte delle ali da angelo sono rosse. Brandisce anche una grossa falce simile alla Dalia Graziosa di Marluxia. Intorno a entrambi i corpi girano due enormi anelli bianchi con dei rubini. La piattaforma dello scontro non è altro che la schiena dello Spettro.

Copia di Xehanort (Marluxia)[modifica | modifica sorgente]

La Replica di Marluxia usata a Scala ad Caelum ha una corporatura diversa, risultando essere più alto. Lui è completamente coperto da un'armatura nera con una linea verticale bianca sul petto e varie oblique rosse, simili a costole, bacino rosso e pezzi di ginocchiere appuntiti d'argento con bordi rossi. Gli stivali sono rossi con suole e tacco d'argento ed una placca d'argento sulla parte superiore con viti, le dita invece sono rosse e segmentate. Sopra ha una lunga giacca nera con la parte centrale grigio scuro, ma con fori in entrambi i lati, dietro questa giacca non è unita, ma ha una spaccatura al centro e ai fianchi, mentre la parte anteriore è più corta con una forma triangolare, dalle spalle parte una striscia rossa che passa sotto le ascelle e ha maniche corte, ma molto larghe, da queste parte un secondo paio di maniche, più strette (sebbene sempre larghe) e molto più lunghe, all'altezza del gomito vi è una striscia rossa orizzontale e sopra delle parti di tessuto nero attaccate una sopra l'altra con i bordi rossi. Attorno alla vita ha due cinture nere con fibbia quadrata d'argento. La testa è coperta da un'elmo d'argento con una forma appuntita e quattro strisce di fori, tutti che partono dalla punta (che sarebbe il mento), poi i due inferiori vanno verso le tempie, con al centro un foro circolare, e i due superiori all'altezza della fronte, l'elmo ha anche un corno al centro della fronte e due molto lungi ai lati della testa ricurvi in avanti, dietro invece ci è una placca che copre tutta la nuca con le estremità appuntite. La replica di Marluxia brandisce la falce Dalia Graziosa.

Personalità[modifica | modifica sorgente]

Come tutti i membri della prima Organizzazione, Marluxia viveva nella convinzione di non avere un cuore, tantomeno la capacità di provare emozioni o anche solo esistere, ma questo era un inganno di Xemnas. In verità Marluxia aveva da tempo sviluppato un cuore, e le emozioni che provava e il modo in cui si comportava erano autentici.[5]

Inizialmente a disagio per via della sua amnesia, Marluxia sviluppò col tempo un carattere ribelle e sovversivo, non sopportando l'idea di dover obbedire a qualcuno e recitando il ruolo di membro fedele per molto tempo.[2] Era desideroso di potere e da tempo voleva il Keyblade per sé. Era molto arrogante, autoritario, e crudele, pretendendo rispetto dai membri che considerava inferiori e usando minacce fisiche e psicologiche per costringere gli altri a obbedirgli.[6][7] Non si faceva scrupoli ad uccidere, che si tratti di persone o di altri Nessuno, come dice il suo soprannome. Nonostante la sua aggressività, preferiva non sporcarsi le mani e giocare d'astuzia, ad esempio lasciando i suoi nemici a combattersi a vicenda,[8] affrontandoli in via indiretta,[9] o prendendo degli ostaggi.[8]

Come Xemnas, Marluxia ha l'abitudine di essere eccessivamente drammatico e dando lunghi discorsi, nonché di ridere mentre si appresta a combattere. Considerava la memoria un mezzo per poter manipolare chiunque, ma anche ciò che dà significato ad un cuore, che altrimenti sarebbe come un guscio vuoto.[2] Nella sua seconda vita da Nessuno, aveva fede nell'obbiettivo del Maestro Xehanort, ossia fissare l'equilibrio tra Luce e Oscurità.

Quando venne sconfitto nel Cimitero dei Keyblade da Sora, Marluxia iniziò a recuperare la memoria e la personalità di quando era Lauriam, sentendo molti sentimenti "oscuri" della sua vita umana, come la tristezza, il dolore e l'odio, ma anche l'amore, l'emozione che secondo lui permetteva a tutte le altre più oscure di esistere.[2]

Armi (Tipi di Falce)[modifica | modifica sorgente]

Strategia[modifica | modifica sorgente]

Kingdom Hearts: Chain of Memories[modifica | modifica sorgente]

Prima battaglia[modifica | modifica sorgente]

La battaglia a dire il vero è un tutorial, la prima cosa da fare è far scorrere le carte del deck, usare Destrezza, cambiare dal deck normale al deck nemici e in fine usare Obiettivo (solo nel Remake questa parte finale).

Seconda battaglia[modifica | modifica sorgente]

Marluxia possiede pochi attacchi, ma potenti, puo' lanciare un raggio dalla sua falce, colpire con un potente attacco il nemico e creare un'onda d'urto. Per bloccare il suo attacco con la falce basta utilizzare una carta 0. inoltre possiede 2 attacchi speciali: Falce Nefasta e Pioggia di Pelatli. Per schivare Falce Nefasta, basta andare verso l'alto o stare vicino al muro. Mentre per Pioggia di Petali basta utilizzare Destrezza al momento giusto altrimenti si viene danneggiati.

Terza battaglia[modifica | modifica sorgente]

In questa forma Marluxia sta quasi sempre sul campo, inoltre il campo è molto grande, cosi è spesso vulnerabile agli attacchi. I suoi attacchi sono: Laser di boccioli, onda a taglio e onda d'urto, ma i suoi attacchi più potenti sono quando il campo è avvolto da una nebbia di tenebre, impedendo a Sora di vedere le carte (esclusa quella di ricarica) e in seguito fà una pioggia di petali. Inoltre quest'ultimo attacco è molto potente, dunque per bloccarlo bisogna ricordarsi tutto il Deck a memoria. All'inizio della battaglia bisogna distruggere Falce. Dato che all'inizio solo lui attacca Sora, per schivarlo basta usare Destrezza sotto di lui, ma è possibile attaccare direttamente Marluxia Spettro, ma è meglio distruggere prima Falce. Quando Facle sarà morto Marluxia evochera 3 Bit che lanciano laser, per distruggerli basta fare un Fermacarte, inoltre anziche 3 userà 5 laser a petali a forma di X a intervalli regolari. Una volta fatto questo Marluxia Spettro farà scendere una nebbia di tenebre che impedira a Sora di vedere le carte esclusa quella di ricarica (come gia detto prima) e poi la pioggia di petali, in seguito uscirà dal campo e andrà addosso a Sora, quando avrà finito creerà 3 onde d'urto. Userà sempre questi attacchi in quest'ordine finche non viene sconfitto.

Quarta battaglia[modifica | modifica sorgente]

La battaglia è abbastanza dura e Marluxia attacca solo ed esclusivamente con i turcchi, quindi massima attenzione.

  • Vento della Perseveranza: Marluxia (Terza Forma) creerà una possente tempesta che spazzerà via Sora, ma non arrecherà alcun danno. (3 carte da 8)
  • Fato: Lancierà un fulmine bianco-nero che se colpiti Sora verrà imprigionato, dovrà bloccare ben 6 carte di Marluxia entro 6 secondi o Sora morirà all'istante (3 carte da 6)
  • Tempesta del Vuoto: Marluxia creerà una tempesta che farà perdere tutte le carte di Sora, bisogna raccoglierle tutte se si vorrà fare delle azioni. (3 carte da 7)
  • Anello Rifiuto: Marluxia creerà un enorme onda d'urto che oltre a spazzare via Sora gli arrechera dei gravi danni. (3 carte da 5)
  • Omnilaser: Dai rubini degli anelli comincieranno a sparare dei laser molto dannosi che quasi sicuramente imprigioneranno Sora (3 carte da 4)

Kingdom Hearts III[modifica | modifica sorgente]

Prima battaglia[modifica | modifica sorgente]

In questa battaglia si avrà come compagno Re Topolino, il quale sarà più forte rispetto a quando lo si ha avuto come alleato a inizio gioco. Oltre ad usare magie di luce e attacchi offensivi, lui usa anche magie curative in caso Sora dovesse trovarsi nei guai. Qui si affrontano Luxord, Marluxia e Luxord insieme.

Luxord
Fra i tre Luxord risulta essere il più facile di tutti, limitandosi semplicemente a teletrasportarsi per il campo di battaglie con le sue carte, e attaccando Sora solamente circondandolo con qualche carta che poi gli andranno addosso tutte insieme da direzioni differenti, l'attacco è facilmente evitabile semplicemente con una schivata.

Marluxia
Marluxia è parecchio aggressivo e fa affidamento sopratutto ad attacchi fisici, e sarà capace di teletrasportarsi per il campo sia per schivare i colpi che per attaccare a sorpresa. Il primo consiste nel lanciare la sua falce che roteerà contro Sora in linea retta per poi tornare indietro da Marluxia come boomerang, quindi bisogna stare attenti sia a quando viene lanciata che a quando torna indietro, dato che una normale parata (a meno che non sia ha la Fusione Blitz con Nano Ingranaggio) proteggerà Sora solo davanti, ma non dietro. Altro attacco consiste in una lunghissima combo con la falce, questa combo inizierà dopo che Marluxia ha creato una pozza oscura attorno a sé, la quale attirerà Sora, perciò cercare di evitarla è sconsigliato, ed è bene invece pararsi, nella speranza che Larxene non usi Thunder nel mentre o che Luxord non lanci delle carte.

Larxene
Larxene è più veloce di Marluxia e Luxord, e userà il teletrasporto molto più spesso, sia per fuggire ai colpi che per attaccare, e sebbene abbia armi a corto raggio, lei usa molto le magie e può raggiungere Sora con una velocità assurda. Uno dei suoi attacchi consiste in un salto per poi schiantarsi a terra e scatenare una tempesta di fulmini nella zona circostante, capace di causare grossi danni. Questo attacco conviene evitarlo cercando di starle lontani. Altro suo attacco consiste in un'altro salto che però lei rimarrà brevemente in aria per poi lanciare i suoi coltelli e generando una scarica elettrica fra essi e lei, che arrecheranno danni al contatto, l'attacco è facilmente evitabile con una schivata. Quando Larxene sarà vicina a Sora attaccherà con una rapida combo da due colpi, il primo è un attacco in avanti, il secondo un'artigliata verso l'alto che può scaraventare in aria Sora lasciandolo scoperto ai colpi degli altri due boss.

E' indifferente su chi si vorrà danneggiare per primi, dato che la lotta terminerà dopo che uno o più boss ottengono un tot di danni o dopo un certo periodo di tempo. Per chi vuole completare rapidamente la prossima lotta, conviene concentrarsi su Luxord, per chi invece vuole rendere più facili le lotte successive, conviene allora concentrarsi su Larxene (o Marluxia se preferite).

Seconda battaglia[modifica | modifica sorgente]

Ora non si avrà più Topolino come compagno e sebbene Marluxia e Larxene combatteranno come prima, Luxord cambierà totalmente modo di combattere, inoltre, proteggerà Marluxia e Larxene che diventeranno carte ogni volta che si proverà a colpirli, risultando impossibili da danneggiare in qualsiasi modo. Luxord ora sarà nascosto in una delle varie carte che circondano il campo, e anche Marluxia e Larxene possono nascondersi in queste carte. Per scoprire la posizione di Luxord è consigliabile osservare quale delle varie carte si muove oppure sfruttare la telecamera per vedere se vi è Luxord disegnato su una di esse. Se si colpirà la carta con Marluxia o Larxene, essi vi colpiranno, se invece si colpirà Luxord esso sarà scoperto agli attacchi, e reagirà raramente. Fortunatamente Luxord ha solo 3 barre PS (anche di meno se danneggiato nella battaglia precedente), perciò lo scontro si rivelerà essere molto rapido e alquanto semplice.

Terza battaglia[modifica | modifica sorgente]

Ora lo scontro sarà uguale al primo, ma con due differenze. Luxord non ci sarà più e ora Marluxia e Larxene potranno usare il loro attacco finale, che useranno sempre insieme.
Quando useranno il loro attacco finale, sia Marluxia che Larxene inizieranno a brillare. Marluxia rimarrà sospeso a mezz'aria mentre la sua falce roteerà per tutto il campo seguendo Sora, Larxene d'altro canto ingrandirà i suoi coltelli, ed inizierà a scattare per il terreno lasciando dietro di sé una scia elettrica. Alla fine dei loro attacchi, Marluxia farà diventare il terreno nero, per poi creare un'enorme onda d'urto, mentre Larxene scatenerà una tempesta elettrica sul terreno simile ad un Thundaza. Sebbene siano vulnerabili durante il loro attacco finale, non conviene colpirli, dato che potrebbero sfruttare il momento per colpirvi e arrecarvi grossi danni, perciò è consigliabile solo schivare fino alla fine del loro attacco finale.
I due boss avranno mantenuto i danni ricevuti in precedenza, inoltre conviene concentrarsi sull'eliminare prima Larxene, essendo quella più rapida e che fa uso di attacchi a distanza più comunemente, oppure se si vuole seguire l'ordine canon. Ma volendo è anche possibile eliminare per primo Marluxia.

Quarta battaglia[modifica | modifica sorgente]

Questo scontro sarà uguale al precedente, ma senza Larxene, risultando dunque più semplice, inoltre, Marluxia manterrà i danni ricevuti negli scontri precedenti. La strategia da adottare è la medesima.

Quinta battaglia[modifica | modifica sorgente]

La lotta è praticamente identica a quella originale, solo che probabilmente Sora sarà di livello più alto e con abilità ed equipaggiamento migliore. Inoltre, ora può usare l'attacco cooperativo con Topolino, con cui lui e Sora potranno creare innumerevoli sfere di luce nei dintorni. La lotta terminerà dopo aver inferito abbastanza danni a Luxord, Marluxia e/o Larxene.

Sesta battaglia[modifica | modifica sorgente]

Questa battaglia è identica all'originale, ma con Sora più forte (probabilmente). Marluxia e Larxene saranno impossibili da danneggiare. Quindi è necessario trovare Luxord dietro a delle carte. Cosa possibile o osservando quale carta si muove, o semplicemente sfruttando la telecamera. Bisognerà dunque trovare e danneggiare Luxord fino a sconfiggerlo.

Settima battaglia[modifica | modifica sorgente]

Sconfitto Luxord, Topolino tornerà come compagno. Proprio come la lotta originale. Il resto da fare è uguale ad essa. Marluxia e Larxene manterranno i danni ricevuti in precedenza, ma è consigliabile eliminare prima Larxene per seguire l'ordine canon.

Ottava battaglia[modifica | modifica sorgente]

Sconfitta anche Larxene, rimane solo Marluxia, il quale avrà tutti i danni ricevuti nelle ultime battaglie. La strategia da adottare è la medesima di prima per eliminarlo.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Marluxia è uno dei quattro membri ad avere una colonna sonora personale, gli altri tre sono Roxas, Xion e Xemnas.
  • Le forme Spettro e Angelica di Marluxia sono un chiaro riferimento alle forme demoniaca e angelica dell'Imperatore Mateus Palamesia, nemico principale di Final Fantasy II.
  • Inoltre la forma Angelica ha un'altro riferimento a Kefka Palazzo, l'antagonista di Final Fantasy VI: le ali angeliche e demoniache, con l'eccezione di quelle di drago.
  • Marluxia assomiglia su alcuni aspetti a Lightning, protagonista di Final Fantasy XIII: i capelli rosa (seppur con una pettinatura diversa) e i petali di rosa che passano vicino a loro dopo qualche mossa.
  • Keith Ferguson (doppiatore inglese di Marluxia) in passato ha doppiato Hulk Rosso, in Hulk e gli Agenti Smash e in The Avengers : Earth's Mightiest Heroes e Judge Gabranth in Dissidia Final Fantasy e Dissidia 012 Final Fantasy.
  • I capelli di Marluxia ricordano un pò a Vincent Nightray ,personaggio della Square Enix che appare in Pandora Hearts, anche se il colore di quest'ultimo è diverso.
  • Il nome del suo Qualcuno, Lauriam, è stato erroneamente scritto Lumaria nella versione spagnola di Kingdom Hearts II.
  • Nell'intro di Kingdom Hearts II e Kingdom Hearts II Final Mix+, la pettinatura dei capelli di Marluxia è diversa rispetto al Chain of Memories.
  • Il doppiatore giapponese di Marluxia è noto per aver doppiato Toichi Kuorba (padre di Kaito Kuroba) e Shuichi Akai nella serie di Detective Conan e Magica Kaito Kid 1412, Sazanami Tōkichi in Naruto e Shanks il Rosso in One Piece.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. Kingdom Hearts III ReMind - Xigbar: "Quindi siano diventati umani e poi tornati ad essere Nessuno io, [[[Saïx]]], Luxord, Marluxia e Larxene... cinque in totale."
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 2,4 2,5 2,6 KH3 Ultimania Series Character Files, Storia di Marluxia: Fiore Effimero - Marluxia parla della sua amnesia, del suo complotto, delle sue due sconfitte e di come grazie all'ultima, avesse iniziato a recuperare i suoi ricordi. Afferma anche di essere tornato umano e dice la sua riguardo i sentimenti.
  3. Kingdom Hearts 358/2 Days, giorno 23 - Saïx: "Axel, ho un messaggio di Lord Xemnas. Ci sono dei traditori tra i membri assegnati al Castello dell'Oblio. Trovali e sbarazzati di loro."
  4. KH3 Ultimania Scenario Mysteries - Nomura afferma che Marluxia ha ricordato la sua vita precedente come Lauriam, mentre il suo "scopo di essere" sarà chiaro solo giocando a Union χ fino alla fine.
  5. Kingdom Hearts 3D: Dream Drop Distance - Xemnas e Xigbar rivelano a Sora l'inganno tramato alle spalle degli altri membri, compreso Marluxia.
  6. Kingdom Hearts: Chain of Memories - quando Vexen rifiuta di combattere Sora, Marluxia gli punta contro la sua falce, e sfrutta la sua paura verso Xemnas minacciando di comunicargli la sua insubordinazione.
  7. Kingdom Hearts: Chain of Memories - Naminé confessa a Sora, Paperino e Pippo che Marluxia aveva minacciato di rinchiuderla nel Castello da sola per sempre, se lei non avesse seguito i suoi ordini.
  8. 8,0 8,1 Kingdom Hearts: Chain of Memories - quando Axel confronta Marluxia, quest'ultimo lo mette contro Sora, dopo aver visto che usare Naminé come ostaggio non lo avrebbe fermato.
  9. Kingdom Hearts: Chain of Memories - Marluxia manda contro Sora un suo clone senza esporsi direttamente.

Vedi anche[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.